Programmazione

Giggi

Venerdì 7 ottobre 2022, dalle ore 20,00

La compagnia teatrale Roma Nostra presenta

GIGGI, sonetti, racconti, sketch, canzoni

con
Antonella Aiesi
Massimo Cinque
Caterina Ferlito
Massimo Marinelli
Paola Pinci
Alessandro Torroni
Piero Trio

scrittura e messa in scenaMassimo Cinque
costumiANNAMODE‘68

Serata di raccolta fondi per la seconda edizione del Premio di poesie e teatro romaneschi dedicato a GIOVANNI CASTELLANI
che si terrà domenica 4 dicembre 2022
in collaborazione con
Associazione MARGHERONE FA COSE
PINCI Torrefazione del Caffè s.r.l.
Teatro ARCILIUTO

dalle ore 20.00 aperitivo, spettacolo, cena Euro 50,00
(inizio spettacolo ore 21)

Greenpass all’ingresso - Posti limitati. - E’ richiesta la prenotazione.
Per informazioni e prenotazione tel.: 3338568464 (calls, sms, whatsapp) oppure tel. 066879419 (calls, whatsapp), o con email_ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E' richiesta la prenotazione.
Per informazioni e prenotazione tel.: 3338568464 (calls, sms, whatsapp)
oppure tel. 066879419 (calls, whatsapp),
o con email_ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Teatro Arciliuto - P.zza Montevecchio, 5 (Roma)
Leggi tutto...

Secondo premio poesia e teatro romanesco dedicato a Giovanni Castellani, seconda edizione

La Compagnia teatrale ROMA NOSTRA
insieme all’Associazione “MARGHERONE FA COSE”,
il Teatro ARCILIUTO e
PINCI Torrefazione del Caffè s.r.l.
presentano il

2° edizione
PREMIO DI POESIA E TEATRO ROMANESCO

dedicato alla memoria di GIOVANNI CASTELLANI

BANDO DI CONCORSO

Articolo 1 – FINALITA’
1.1. Il Premio si propone di valorizzare e stimolare la produzione artistica dei partecipanti in dialetto romanesco, privilegiando le capacità espressive nei campi della poesia e del teatro, nei quali Giovanni Castellani si esprimeva con successo fin dal 1994.

Articolo 2 – PARTECIPANTI
2.1. Possono partecipare al Premio cittadini di qualsiasi nazionalità ed età, nel rispetto delle modalità di cui al successivo articolo 5 (cinque).

Articolo 3 – SEZIONI
3.1. Il Premio è articolato in due distinte sezioni, e precisamente:
Sezione Poesia – per la quale oggetto di valutazione saranno poesie in dialetto romanesco edite e/o inedite: la struttura deve essere quella del sonetto ovvero quattordici versi suddivisi in due quartine e due terzine con schema rimico alternato;
Sezione Teatro – per la quale oggetto di valutazione saranno testi di commedie teatrali in dialetto romanesco mai rappresentate: atto unico della durata massima di 60 minuti con numero massimo di 7 personaggi; spazio doppio tra una riga e l’altra, spazio triplo a cambio battuta; didascalie in corsivo e tra parentesi; dopo la pagina del titolo la pagina delle descrizioni dell’ambiente nel quale si svolge lo spettacolo, elenco personaggi e breve descrizione.
3.2. Ciascun concorrente ha facoltà di partecipare con un numero massimo di tre elaborati, sia nell’ambito di una singola sezione sia di entrambe.

Articolo 4 – REGOLE REDAZIONALI
4.1. Tutti gli elaborati dovranno essere redatti in formato Word utilizzando il carattere tipo “Times New Roman”, di dimensione 14 (quattordici), interlinea doppia.

Articolo 5 – MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
5.1. Per la partecipazione al Concorso è dovuto un contributo unico pari all’importo di euro 5,00 (cinque virgola zero) da corrispondersi mediante bonifico bancario in favore della Associazione “Margherone fa cose”, da effettuarsi sul conto corrente presso Banca di Credito Cooperativo IBAN: IT43A0832703399000000026601.
5.2. Tutti gli elaborati dovranno essere spediti tramite mail entro e non oltre il giorno 31 ottobre 2022 al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
5.3. La mail dovrà avere il seguente oggetto: “II° Premio Giovanni Castellani”.
5.4. Essa dovrà contenere in allegato, insieme all’elaborato, anche la prova dell’effettivo pagamento del contributo di partecipazione e la scheda di partecipazione allegata al presente Bando, compilata in ogni sua parte. L’assenza di anche uno solo dei files appena descritti determinerà l’irrevocabile esclusione dal Premio. link scheda iscrizione
5.5. Al fine di garantire l’anonimato dei partecipanti, ad ogni elaborato sarà assegnato un numero.
5.6. Ciascun partecipante riceverà una mail di conferma, nella quale verrà comunicato il numero al quale corrisponde il suo elaborato. La mancata ricezione della mail di conferma comporta l’irrevocabile esclusione dal Premio, con esonero di ogni tipo di responsabilità per gli organizzatori e per la Giuria.
5.7. Gli elaborati inviati non saranno restituiti.

Articolo 6 – GIURIA
6.1. Tutti gli elaborati saranno valutati, a giudizio insindacabile ed inappellabile, da una Giuria composta da esperti nel campo della poesia e del teatro.

Articolo 7 – PREMIAZIONI
7.1. Saranno premiati dalla Giuria n. 4 (quattro) elaborati, e precisamente:
n. 3 (tre) elaborati per la Sezione Poesia;
n. 1 (un) elaborato per la Sezione Teatro.
I premi, da determinarsi, saranno costituiti da denaro e prodotti della torrefazione Pinci.
7.2. La premiazione avrà luogo il giorno domenica 4 dicembre 2022 e gli otto Autori finalisti saranno avvisati tramite mail o telefonicamente.
7.3. La cerimonia di premiazione si terrà il giorno domenica 4 dicembre 2022 alle ore 21,00 presso il Teatro Arciliuto, sito in Roma, Piazza Montevecchio n. 5, serata nella quale gli elaborati vincitori saranno presentati in forma di reading dagli attori della compagnia Giovanni Castellani al pubblico.
7.4. E’ preferibile la presenza degli Autori vincitori alla cerimonia di premiazione, ma sono tuttavia ammessi delegati o rappresentanti.
7.5. Gli Autori o i loro delegati dovranno raggiungere il luogo della cerimonia a loro spese.

 

Per ulteriori informazioni potete chiamare il Teatro Arciliuto al 333 8568464

 

 

 

La compagnia di Giovanni Castellani o anche conosciuta come Roma Nostra nasce nel 1993, da un’idea di Giovanni Castellani, dottore commercialista, per dare vita, in scena, al suo appassionato amore per la romanità e per il teatro. Insieme ad amici di sempre, anche loro impegnati lavorativamente in altri campi, ed artisticamente in modo amatoriale, iniziano così al Teatro Arciliuto la loro avventura di palcoscenico mettendo in scena il poema di Cesare Pascarella “La scoperta dell’America”. Segue poi “Roma Nostra” sempre ispirato ai versi di Pascarella e poi altre consolidando di anno in anno la crescita della loro bravura e, già dopo pochi anni, il riconoscimento a compagnia teatrale stabile del Teatro Arciliuto.

La compagnia, come quelle rare e grandi, nel corso degli anni si è caratterizza nel mantenersi sempre composta dagli stessi personaggi (Antonella Aiesi, Giovanni Castellani,·Massimo Cinque,·Caterina Ferlito,·Massimo Marinelli,·Paola Pinci,·Piero Trio) e nel mettere in scena ogni anno un testo nuovo, originalmente scritto dalla fantasia dell’ideatore.
Tutte le commedie di Giovanni Castellani hanno in comune la semplicità del teatro popolare di altri tempi. Quello immaginato dai poeti e sviluppato da alcune compagnie stabili della prima metà del ‘900. Sono storie fondate sugli equivoci, sul gioco dei sentimenti, sui luoghi comuni della vita familiare, sul buon senso. Ispirate alla grande eredità della nostra tradizione poetica; quella del Pascarella, del Trilussa, del Belli e di tanti altri, non solo romani, riportano abilmente alla luce i tratti originali dei personaggi poeticamente disegnati che intrecciati con altri personaggi danno vita alle storie dei diversi spettacoli. Buoni, cattivi, furbi e ingenui, preti, aristocratici, borghesi e poveri, interpretati sempre dagli stessi attori nella pura tradizione della Commedia dell’Arte. Un ricco repertorio di sensibilità volto a cogliere con caricatura e disincanto solo gli aspetti più comici della vita esaltandone nello stesso tempo gli aspetti caratteriali di una profonda umanità spesso sorprendente. Il tutto eseguito con una consapevolezza e semplicità autentica senza mai inciampare in cadute di stile con ammiccamenti volgari da altri utilizzati per una più facile ed immediata approvazione del pubblico.
Così, da allora, ogni anno è un successo, sia per le interpretazioni delle canzoni eseguite dalla splendida voce di Antonella, sia per le divertenti caratterizzazioni dei personaggi vestiti da Piero, Massimo, Caterina, Paola e sia per i nuovi protagonisti che guidano la storia scenica interpretati da Giovanni.
Seguiti fin dall’inizio dall’abile direzione registica di Massimo Cinque, regista teatrale e noto autore televisivo, la compagnia ROMA NOSTRA fa ormai parte integrante della storia e della tradizione del Teatro Arciliuto di Roma.
Giovanni Samaritani, Teatro Arciliuto

Titolo, autore e anno di rappresentazione

La scoperta dell’America di Pascarella,1994
Roma Nostra di G. Castellani,1995
L’osteria der buchetto di G. Castellani, 1996

Leggi tutto...