venerdì, 27 ottobre 2017, ore 20.30

SegnaliProject_27102017

 

concerto

SVP - Segnali Vocal Project

 

con

Stefania Vero, vocal

Stefano Lattanzi, guitar

Claudio Bevilacqua, guitar

Pino Zanzonico, Bass

Stefano Carofei, Drums

Pierluigi Campili, piano e keyboards

 

Special guest, Stefano frollano, guitar player and singer songwriter

 

Ancora una volta SVP Segnali Vocal Project si presentano nella storica· cornice del Teatro Arciliuto. Questa volta saliranno sul palco dello splendido anfiteatro presentando una gradita sorpresa.

I SVP divideranno il palco con Stefano Frollano, cantante musicista e scrittore conosciuto in campo nazionale e non solo, per la sua attivita’ di singer-songwriter. Chitarrista, cantante e autore italiano innamorato della West Coast presenta la sua musica  che si gonfia e rotola, curva e fluttua, venata di colori musicali pop, rock, folk e jazz che suonano familiari ma ancora unici. Il tutto avvolto dalle sonorita’ dei Segnali Vocal Project che presenteranno il loro repertorio e accompagneranno Stefano Frollano sotto il sole della California e nella sua musica attraverso il suo folkrock e il suo bluesy.

 

Ore 20,30·- Aperitivo Cena facoltativo, drink euro 10,00.

Ore 21,30·- Concerto nella sala teatro, ingresso intero euro 15,00 - ridotto NewsLetter euro 12,00
Alla NewsLetter del Teatro Arciliuto ci si può iscrivere direttamente dalla home page del website del Teatro oppure dalla pagina FaceBook
Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è preferibile la prenotazione scrivendo a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o telefonando al mobile 333 8568464 (phonecall & sms) o al tel. 06 6879419 (dalle ore 18,00 in poi)

La band SVP nasce nel 2002 come SEGNALI PROJECT da una ventennalecollaborazione tra Stefano Lattanzi e Claudio Bevilacqua. Fino al 2014 il percorso musicale e’ stato prettamente strumentale, alternando esperienze sia musicali che teatrali con concerti live e la pubblicazione di quattro cd.L’ultimo  cd  OGIVALE  e’  stato  presentato  in  anteprima  il  18  febbraio  2014 all’Alexanderplatz  di  Roma  e  dal  19  febbraio  e’  sulle  piattaforme  digitaliITunes,  Amazon  e  Spotify  sotto  le  Ed.  Joe&Joe  (Enrico  Ruggeri,  MarcoMasini,  Luisa  Corna  ,Stadio  ecc….)

Durante questi anni si e’ inserito spesso nella produzione Pierluigi Campili (pianista. tastierista, programmatore, compositore earrangiatore) collaborando con il gruppo sia in studio che live per poi diventare il vero e proprio direttore artistico del progetto. La conoscenza e la successiva collaborazione con Stefania Vero, voce e vocalist di larga esperienza ha segnato di fatto la nascita di S V P Segnali Vocal Project propone attraverso la vocalita' calda e suadente di Stefania Vero un ampio repertorio internazionale di brani, da Sade a Matt Bianco,da Noa a Norah Jones, da Adele a Madonna,da Stevie Wonder a Sheryl Crow,passando per Tori Amos e Basia,senza dimenticare artisti di nicchia ma non meno interessanti come i Koop o The Cooltrane Quartet rivisitandoli con la sonorita’ che caratterizza il gruppo a meta’ tra pop e smooth jazz. Con lo stesso sound la band rilegge anche autori ed interpreti di prestigio della musica italiana come Mina,Battisti,Pino Daniele,De Gregori creando uno spettacolo che è una vera tavolozza di emozioni sonore che attinge agli ultimi 40 anni della musica pop d’autore.

 

Per contatti e informazioni: - Stefano Lattanzi - tel. 06/2592134-347/3382674 - e-mail:· Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   www.segnaliproject.it

 

Stefano Frollano (Roma, 1962); inizia a suonare la chitarra classica a tredici anni. La sua prima esibizione in pubblico è del 1978 e nei primi Anni ’80 inizia a collaborare con i Karma (gruppo romano revival Anni ’60) e con gli Skydog (cover band rock-blues Allman Bros., Dire Straits, Neil Young) con i quali nel 1995 produce il primo CD omonimo e l’anno seguente partecipa con loro ad un CD della Sony “This Is My Story, il Blues in Italia vol.2” prodotto da Ernesto De Pascale. Nel 1997 Frollano parte per la California e registra lì il suo primo album solista, intitolato semplicemente “SF”  pubblicato nel 2006. Questa prima raccolta vede ospiti, tra gli altri, Jeff Pevar e James Raymond collaboratori assidui di molte stars internazionali. L’artista vanta oltre 600 esibizioni live e varie collaborazioni. Oltre oceano segnaliamo quelle col cantautore e produttore Joe Henry; col nuovo talentuoso chitarrista americano Marcus Eaton, con Jay Gold, autore di New York  e non ultima quella con Billy Talbot, bassista dei Crazy Horse, la storica band di Neil Young. Proprio il cantautore canadese ospita sul proprio sito in una classifica denominata  “Songs Of The Times” una canzone di Stefano, “Drifting Mine”, giunta fino al 18° posto in classifica sulle oltre tremila presenti.Tra le sue numerose collaborazioni, ricordiamo la formazione dei Merli Rossi con la quale ha pubblicato due album ,“A Girl in His Eyes” del 2009 e “Ragazzo Indiano” nel 2017 ed ad altri lavori di cantautori italiani . Frollano, nel 2011 ha pubblicato “Sense Of You” per Terre Sommerse. Il suo secondo album solista che include notevoli collaborazioni: da Marco Vannozzi di Strada Aperta a Francesco Isola batterista sempre in movimento con nomi prestigiosi della musica italiana e internazionale, a Paola Casella, e non ultima la rinnovata collaborazione con due musicisti di caratura mondiale, Pevar Raymond, già presenti nei lavori di Frollano e ancora incredibili performer nella  pubblicazione del nuovo EP "One More Cup Of Coffee", realizzato in co-produzione con lo Zoo Symphony studio e Terre Sommerse e pubblicato nel giorno del 75° compleanno di Bob Dylan nel 2016 , in tribute al più grande cantautore di tutti i tempiAlla sua attività di cantante-compositore affianca quella di scrittore e giornalista: Stefano ha pubblicato infatti in Italia e all’Estero numerosi saggi e biografie su CSN&Y (per Gopher Publishers, Editori Riuniti, Coniglio Editore)  e ha collaborato con vari periodici della stampa musicale specializzata (Jam, Raro, Satisfaction, Mucchio Selvaggio). L’ultima fatica editorial, uscita per I tipi dell’Arcana Editrice,  che ha riscosso ottimo successo di critica e pubblico, è stato il volume “(after) The Gold Rush” scritto con l’amico e autore Fabio F.Pellegrini. Sull’onda del successo ha realizzato assieme alla band Young’s Tribe e alla nota violoncellista e pianista Giovanna Famulari e all’autore e speaker RAI, Luca Damiani, all’attore Alessandro Laureti, uno show incentrato sul libro esibendosi in contesti culturali e musicali.

Per contatti e informazionihttp://www.stefanofrollano.com/