comunicazione di servizio

 

Il teatro riaprirà i primi giorni di settembre.

Per qualsiasi informazione potete chiamare

i numeri 336 789349 oppure il 333 8568464

 

Iscrivetevendovi alla nostra NewsLetter dalla home page

riceverete i nostri programmi e le nostre promozioni

 
sabato e domenica, 5 e 6 ottobre 2019, dalle ore 20,30

LULU_05-06102019

 

LULU' COURAGE

Il paradiso può attendere

 

di e con

Edda Gaber

 

Gianni Melis, luci

Alessandro Severa, arrangiamenti

 

Quando tutto è spettacolo, il teatro è sotto attacco. 
Quando la tecnica è vissuta come Dio in Terra, il teatro a mani nude, è in pericolo.
Pericolo d’estinzione.
Lulù Courage, crasi fra la Lulù di Frank Wedekind e la Madre Coraggio di Bertold Brecht, è un’alternativa poetica al mondo convenienza che come nube purpurea sembra annientare gli umani.
Sempre meno umani, irretiti dall’offerta che tutto sporca e imbratta, perfino l’amicizia.
Ecco, Lulù Courage, già nel suo farsi è un inno all’amitie: abolita la regia – un ventaglio di amiche e amici, di volta in volta, hanno assistito, con tanto d’occhi e orecchie, alle prove che Edda Gaber via via affrontava per arrivare alla sera del debutto. Amiche e amici teatranti, musicisti, danzatori, insomma artisti disposti a uno sguardo e un riferire sincero perché non la perfezione, ma un fare giusto prendesse corpo. Giusto e necessario nell’epoca degli eventi, cioè dacché è stato trasformato lo straordinario – la festa – in ordinario, quotidiano.
Contro tutto questo, lotta Lulù Courage. Lotta politica.
A nutrire Lulù Courage, testi di Karl Valentin, Georg Buchner, Bertold Brecht, ballate di Wedekind e (che Dio perdoni la Gaber!) Simone Weil.
Alternativa poetica, e politica strictu sensu, contro un ambiente, il teatrale, ma potrebbe essere qualsiasi ambiente, in cui vige più la merce che la mercé.
Se nel 1971 Sergio Leone diresse Giù la testa (e in una scena, alla frase del titolo s’aggiungeva “coglione”), Lulù Courage vuole parafrasare quel western memorabile in Su la testa, coglioni!  Rivolgendosi in primis ai teatranti giovani che accettano condizioni che nulla hanno a che fare con la libertà d’espressione.

 

ore 20,30 Aperitivo Cena facoltativo
(Buffet & Drink Euro 10,00), Si consiglia la prenotazione

ore 21,30 Spettacolo nella sala teatro
Ingresso Intero Euro 15,00 - Ridotto Euro 12,00 (il ridotto è riservato alle persone iscritte alla NewsLetter del teatro)

 

Alla NewsLetter del Teatro Arciliuto ci si può iscrivere gratuitamente dalla homepage del sito www.arciliuto.it·Si ricorda che il numero dei posti è limitato ed è consigliabile la prenotazione; mail· Cette adresse email est protégée contre les robots des spammeurs, vous devez activer Javascript pour la voir. / sms & calls mobile +39 3338568464 / teatro tel. 06 6879419 (ore 18-22)

Lire la suite : Edda Gaber - Lulu Courage, il paradiso può attendere