domenica, 12 maggio 2019, dalle ore 19.00

FioriIndivisibili_Monia

 

I FIORI INVISIBILI

MOSTRA FOTOGRAFICA TEATRALIZZATA

 

RACCOLTA FONDI A FAVORE DELLA COMUNITA' DI SANT' EGIDIO - PIAZZA SAN EGIDIO, 3 - ROMA
https://www.produzionidalbasso.com/project/i-fiori-invisibili/

 

Mi chiamo Monia Quintiliani e sono un amante della fotografia, del teatro e dell'arte in generale.

E' partendo da questa considerazione che, negli ultimi mesi, ho deciso di realizzare un progetto che avesse un senso di appartenenza ad un qualcosa di più grande, dove l'Arte è un mezzo, il poter Aiutare è il fine.

I protagonisti delle mie fotografie saranno degli uomini, spesso ai margini della società, i cosidetti Clochard e gli scatti saranno il frutto del tempo che io stessa passerò con loro.

Devo ringraziarli, perché in qualche modo, loro mi hanno permesso di "Rallentare".

In un mondo che va sempre di corsa, dal mattino, al ritorno a casa dopo una giornata di lavoro, nei sentimenti, nei rapporti umani, nelle amicizie, nella famiglia. Tutto, ma proprio tutto, va di corsa.

La " Velocità" è così radicata in noi da non permetterci più di vedere cosa abbiamo intorno. 
Sono i dettagli che ci aiutano a definire chi siamo e cosa vogliamo essere.

Ecco, "Loro" ai miei occhi rappresentano una Rottura nel profondo, una sconfitta dell'intera società, che non può passare, perché più conveniente, come una scelta di vita.

Credo fortemente che solo l'Amore, quello che non va " Veloce ", sia capace di donare nuovi inizi e quei fondamentali dettagli di cui abbiamo bisogno.

Ci sarà all'interno della mostra, una parte teatralizzata. Una piece di circa 40 minuti. 
Ho deciso di portare in scena un'estratto dello sceneggiato "Toto e Vicé" di Franco Scaldati, grazie all'aiuto di un caro amico, attore e regista, Massimo Genco. 
Straordinario racconto quello di Scaldati, regista, attore e drammaturgo, chiamato "poeta della luce."

" la bellezza è degli sconfitti, il futuro non è dei vincitori, è di chi ha la capacità di vivere. E chi ha la capacità di vivere, di essere totalmente se stesso, è inevitabilmente sconfitto." 
( Franco Scaldati )

Il Teatro Arciliuto, situato all'interno di Palazzo Chiovenda, antica dimora cinquecentesca in Piazza Montevecchio, tra i Rioni romani più belli, venne inaugurato l'11 Novembre 1967. Da allora, Enzo Samaritani ed il figlio Giovanni Samaritani portano avanti la loro ricerca dedicata alla bellezza, insieme ad un'appassionata campagna delle lingue e dei dialetti.

La Comunità Sant'Egidio non ha bisogno di presentazione ma, è doveroso ricordare che è un movimento laicale di ispirazione cristiana cattolica, nata nel 1968 per iniziativa di Andrea Riccardi, oggi diffusa in più di 70 paesi in diversi continenti.

In tutte le grandi città sono tante le persone che, per motivi diversi sono costrette a vivere per strada. Una vita dura, segnata non solo dalla povertà, ma dall'isolamento, l'invisibilità, talvolta dal disprezzo. 
Fermarsi, parlare, instaurare un rapporto personale di aiuto e di amicizia, soccorrere nelle necessità, sono i gesti del Buon Samaritano, che colmano l'abisso di indifferenza che circonda la vita e, a volte la morte, di chi vive per la strada. 
Dal 1968 ad oggi, la Comunità Sant'Egidio, ha dato vita, nei vari paesi, a numerose opere di sostegno ai poveri, abbracciando la causa a 360 gradi.

Per tutto questo ho bisogno del vostro aiuto.

Grazie di cuore ad ogni singola persona che "Rallenterà".

Monia Quintiliani

instagram: moniaquintiliani_ph

facebook: https://www.facebook.com/monia.quintiliani

 

Durante la mostra un Aperitivo Cena, euro 15

...